VENERDì 22 Giugno 2018 - Aggiornato alle 23:15

Home » » Le donne elette: «Pronte a lavorare anche insieme»

 

Le donne elette: «Pronte a lavorare anche insieme»

Le più votate a Cerveteri al consiglio regionale disponibili a collaborare con l’opposizione su tematiche di genere. Marietta Tidei: «Alle politiche la parità è stata rispettata nella forma ma non nella sostanza». Michela Califano: «Ho sempre cercato con tutte convergenza su temi comuni». Marta Bonafoni: «Si parte dall’accettazione dei nostri valori»  

di TONI MORETTI

CERVETERI - Ieri 8 marzo, festa della donna, è stata giornata di riflessione sul senso e sul significato vero di questa festa che rappresenta un giorno di memoria indelebile, di ricordo perpetuo di un processo di emancipazione della danna, fortunatamente inarrestabile che però deve ancora fare i conti con resistenze culturali tenaci, dure a scomparire, come ci testimoniano i quotidiani fatti di cronaca che hanno il sapore di bollettini di guerra. E’ indubbio che negli anni, la donna si è aiutata soprattutto da sola, esprimendo al meglio le sue qualità, la sua tenacia , forza che le ha permesso di conquistare ogni settore della società. Ciò è successo anche in politica, dove ha superato il gap dell’esclusione dal voto fino a settant’anni fa. Oggi la donna è protagonista anche della vita politica e in questa circostanza ci è sembrato doveroso, nel fare gli auguri a tutte le donne, congratularsi con tutte quelle  elette in Parlamento, nei consigli Regionale e a quelle che ci riguardano più da vicino, coloro che sono state protagoniste e sostenute nel nostro territorio. Parliamo di Marietta Tidei, di Michela Califano, di Marta Bonafoni, tutte e tre elette al consiglio regionale che hanno raccolto a Cerveteri i maggiori consensi in termini di preferenze. Vista la difficoltà che si palesa dopo il risultato ottenuto in termini di seggi assegnati che vede Nicola Zingaretti Presidente privo di una maggioranza in consiglio, si  è voluto chiedere alle donne elette che nel nostro territorio sono state molto sostenute se, per quelle che sono problematiche che le riguardano, eventuali progetti a tutela della loro sicurezza e dei  loro diritti, sarebbero disposte anche ad una collaborazione trasversale che le vedesse interessate al risultato piuttosto che all’appartenenza del partito. 

Marietta Tidei che ha avuto a Cerveteri 369 preferenze, la più votata in assoluto dice:  «Assolutamente non avrei problemi a sposare una causa di questo tipo, anche perché l’ho sempre fatto anche in Parlamento nel lavoro di commissione. Mi rendo conto che tutti gli strumenti necessari a sviluppare ed accrescere i diritti di genere e a prevenire e a contrastare la violenza hanno bisogno di progetti mirati e di risorse ed è quindi necessario la convergenza su intenti comuni. Vede, vorrei sottolineare che la prevaricazione è di carattere trasversale. Per esempio nell’ultima legge elettorale la parità di genere è stata rispettata nella forma in quanto si doveva dare una preferenza ad un uomo ed una ad una donna. Nella sostanza poi aver messo nei posti sicuri le stesse donne che sono state elette in più collegi, la rinuncia operata successivamente ha favorito che scattasse un uomo. Questo purtroppo è successo anche nel mio partito».

Michela Califano, Pd, 260 preferenze, dice: «Proprio la mia lunga esperienza di amministratore nel comune di Fiumicino mi porta a dire che ho sempre cercato con donne convergenza su temi comuni e in special modo a tutela delle classi più disagiate, quindi i minori. Nessun problema quindi avrei in Regione a continuare su questa linea».

Marta Bonafoni, 267 preferenze, lista Civica  Zingaretti Presidente,  nel ricordare quanto già fatto sull’argomento dalla giunta Zingaretti e che nella Regione Lazio si è molto avanzati sull’argomento, dice: «Convergenza e collaborazione si partendo dall’accettazione dei nostri valori. Noi parliamo di genere e di prevenzione attraverso interventi sulla scuola etc,  è chiaro che partendo da qui ogni ipotesi di collaborazione diventa possibile».

(09 Mar 2018 - Ore 10:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Evitato un disastro ambientale

    20 Giu 2018 - Assovoce in pattugliamento antincendio interviene tempestivamente su una discarica abusiva a Monte Abatone data alle fiamme. Il presidente Giuseppe del Regno: « E’ intervenuta la Polizia locale, la Asl  e i Carabinieri forestali; chiesto anche l’ausilio delle guardie ecozoofile per la presenza di animali vivi minacciati dal rogo» VIDEO

  • Rifiuti abbandonati, arriva Ecopoint

    18 Giu 2018 - Con l'app i cittadini potranno segnalare la presenza di discariche abusive e monitorare lo stato di avanzamento della segnalazione fino alla chiusura della pratica. VIDEO1 VIDEO2

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy