MARTEDì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:18

Home » » Ceccarelli: "Aula fatiscente alla Salvo D'Acquisto: un problema del tutto inesistente"

 

Ceccarelli: "Aula fatiscente alla Salvo D'Acquisto: un problema del tutto inesistente"

di TONI MORETTI

CERVETERI - Intercettiamo un caso che ancora sotto la cenere lievitava piano piano ma stentava a vedere la luce perché probabilmente dentro di se nascondeva alcune debolezze da andare a ricercare nelle segrete ambizioni che le mamme, tutte, hanno per i propri figli. A pochi giorni dal trillo fatale della prima campanella che annuncia: ”Ragazzi, la pacchia è finita, si torna a scuola”. Qualcuno avvisa i genitori dei ragazzi della quinta C che quest’anno affronterà l’esperienza della prima media, proveniente dal plesso denominato “Marieni” nel plesso centrale dell’Istituto Salvo D’Acquisto, che i loro figli sarebbero stati destinati ad occupare un aula sporca, fatiscente, ai limiti di una decente vivibilità decorosa quale deve essere un aula scolastica. Immediatamente  parte il passa whatsapp che a velocità digitale porta qualcuno dei genitori a proporre di provvedere da soli alla risoluzione del problema impegnando il fondo cassa dei contributi volontari della classe, quello che viene utilizzato per l’acquisto di beni necessari che vanno dalla carta igienica a materiale didattico che spesso manca in quanto la scuola non ne ha dotazione, per comprare tinte e pennelli e provvedere con l’apporto d’opera volontario di volenterosi genitori. Sembrerebbe che la dirigente, la dottoressa Velia Ceccarelli, abbia acconsentito a tale richiesta ma mentre il social indicato diventava mano mano più rosso, qualcuno comincia ad eccepire che era quantomeno inusuale che alla pulizia delle aule dovessero provvedere i genitori in proprio attingendo ad un fondo cassa che sembra non basti mai e del quale qualora se ne faccia richiesta non si riesce ad avere nessuna ricevuta di conferimento anche se necessaria.  Allora, buon senso vuole che si proceda con ordine. Al responsabile dell’edilizia scolastica, il vice sindaco Giuseppe Zito chiediamo: A chi spetta il compito della pulizia e della manutenzione delle aule scolastiche? E nel caso è previsto e legale che dei genitori provvedano in proprio nel caso ravvedano alcune manchevolezze? «Pensare di poter ripulire le aule ogni anno non è possibile per una questione di bilancio. Non trovo poi niente di male che i genitori vogliano intervenire per migliorare le condizioni di un aula. In questo caso autorizza la preside che se ne assume la responsabilità. Ad oggi, comunque, nessuna segnalazione  che riguardi la Salvo D’Acquisto è pervenuta all’ufficio scuola che possa essere stata  collocata nella scala delle priorità degli interventi».  La stessa domanda la si pone al consigliere comunale di opposizione Lamberto Ramazzotti che risponde: «Il comitato dei genitori deve chiedere alla preside di segnalare la cosa al comune che esclusivamente deve intervenire».
La preside Velia Ceccarelli dice: «Premetto che dai sopralluoghi preventivamente fatti, tutte le aule dell’Istituto Salvo D’Acquisto sono idonee, pulite e a norma. Detto  questo, se alcune maestre in accordo coi genitori vogliono apportare modifiche allo standard c’è un progetto scolastico denominato  “Genitori Competenti”  che permette di farlo per apportare migliorie quando lo vogliono ma non certo su richiesta della scuola. Il progetto è provvisto anche di assicurazione  per eventuali infortuni. Riepilogando. Le aule dell’istituto sono state tutte ridipinte dai nostri bidelli e sono tutte pulite. Se qualcuno vuole l’aula rosa, per esempio, può quando vuole, intervenire nell’ambito del progetto che ho appena citato e apportare le modifiche». Allora il problema è un’aula sporca fatiscente, invivibile e indecorosa o più semplicemente non piacciono i colori e gli arredi per cui si vuole intervenire, e volendo si può, utilizzando i soldi di quel fondo cassa che sembra non basti mai? 

(10 Set 2017 - Ore 10:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Pink (foto Giovanni Canu)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy